Vai direttamente al contenuto [1] - Vai alla pagina di ricerca [2] - Vai alla barra di navigazione [3] - Home page del sito [h] - Cinema e cineforum [c] - Teatro, musica e altri eventi [e]

Zuzzurro e Gaspare

Che botta!!!

Gaspare e Zuzzurro

Tutto esaurito

Venerdì 25 ottobre 2002 - Ore 21:00

Ingresso € 18.00

Lo spettacolo, e lo si evince dal titolo, ispirato all'incidente occorso a Brambilla lo scorso gennaio; infatti l'attore, in elegante pigiama rosso "da ospedale", interpreta praticamente se stesso alle prese con un logopedista che lo aiuta a ritrovare l'uso della parola. E' proprio Nino il primo ad entrare in scena, per darci qualche "avvertimento" sullo stato mentale del suo paziente: "Facciamo finta che siamo in un ospedale, così si sente più a suo agio. Voi siete amici e parenti in visita ai vostri cari, ok? Ah, un'altra cosa: se Andrea dovesse ripetere le cose, o scordarsi una battuta, incepparsi in un discorso, vi prego, non fateci caso, ridete, come quando dovete ridere alle battute sceme del vostro capufficio, d'accordo?" Ma non ce n'è bisogno...

Il dialogo tra i due assume pieghe esilaranti, entra in ballo l'attualità il doping nel ciclismo, nel nuoto, nell'ippica ("Hanno portato Varenne a San Patrignano"), gli obsoleti proverbi o luoghi comuni, soprattutto quelli che elargiscono i famosi amici e parenti di cui prima, quando vengono a trovarti in ospedale dopo un coma e "ti parlano come se tu fossi diventato un deficiente: ci-a-o, An-drea. co-me sta-i?". E ancora, la cellular-mania, la pubblicità, la partita dei Mondiali giocata tra Senegal e Francia ("Meno male che Le Pen non gioca nella sua nazionale, non solo avrebbe dovuto subire l'umiliazione della sconfitta, ma vedersi battuto da tutti quei neri!"), fino alla Marini. La Valeriona nazionale diventa il tormentone di Andrea a causa delle sue eccessive forme.

Ma, attraverso le battute a raffica, Andrea vuole anche lanciare il cosiddetto "messaggio", che nel suo caso arriva dopo una botta. "Sì io la botta l'ho presa, e bella forte. soprattutto perché andavo a 200 all'ora a bordo di un fuoristrada e sono uscito... fuori strada. Ma la botta pi forte l'ha presa la realtà. Oggi guido ancora, ma vado piano. Guido, vivo e ragiono più lentamente. Prima ragionavo anche a 200 all'ora e non avevo il tempo di pensare, adesso, ragionando più piano, mi accorgo delle cose e ci rifletto su" E giù con la tv-spazzatura, con la mania del computer, delle palestre, dei centri di bellezza e dimagrimento.

Chi sono Zuzzurro e Gaspare

Andrea Brambilla (Varese, 1946) e Nino Formicola (Milano, 1953) si conobbero nel 1976 in uno storico locale di Milano, il Refettorio. Passati entrambi per l'esperienza del Derby esordiscono insieme nel 1977 formando con Marco Columbro e Barbara Marciano "La compagnia della Forca".

La coppia Zuzzurro e Gaspare nasce durante i provini per la trasmissione televisiva "Non Stop" (1978): il primo prende il nome da un personaggio del film "Il giudizio universale" di De Sica, il secondo da quello del proprietario del locale in cui si svolgono i provini. Gaspare si era appena lavato i capelli quando vennero chiamati in scena, non avendo tempo di asciugarseli si pettinò indietro i capelli bagnati, e Zuzzurro vedendolo così ben lisciato pensò bene di arruffarsi e cotonarsi. In cinque minuti e per caso si fissano così i caratteri del commissario e dell'assistente che noi tutti conosciamo.

Nel 1979 sono al Teatro delle Muse a Roma con lo spettacolo "Volo Cieco" e in tv con "La Sberla", l'anno successivo in Rai a Domenica In.

La stagione 80-81 li vede con la compagnia di Teddy Reno e Rita Pavone nel musical "Gli Amici", dove indossano i panni delle maschere che maltrattano il pubblico. Nell'82-83 sono autori con Gino & Michele dei testi di Massimo Boldi e Teo Teocoli per il programma "Non lo sapessi ma lo so" su Antenna 3 Lombardia e sulla stessa rete realizzano "Buccia di Banana" in cui si presentano come conduttori e animatori: propongono lo slogan "Ce l'ho qui la brioche!!", che Zuzzurro disse in un attimo di amnesia, dando voce alla prima cosa che gli pass per la testa.

Tra il 1984 e il 1985 raggiungono la grande popolarità partecipando su Italia1 al "Drive In" di Antonio Ricci, e nello stesso periodo portano in scena al teatro Ciak di Milano "Ce l'ho qui la brioche", il primo spettacolo lungo di cabaret in una situazione teatrale, dopo anni di avanspettacolo con "Zuzzurro e Gaspare in concert". Nel 1986, terminata l'esperienza di Drive In, compiono il primo grande passo verso il teatro codificato interpretando la commedia "Andy&Norman" per la regia di Alessandro Benvenuti, riscuotendo un successo tale da far giungere dagli Stati Uniti lo stesso autore Neil Simon. Tornano in video nel 1987 nel varietà del venerdì sera "Festival" su Canale 5 con Pippo Baudo e Lorella Cuccarini. Dopo "I casi di Zuzzurro e Gaspare" esce nell'88 per Rizzoli il libro "Salve sono il titolo" disegnato da Silver (ricordate Lupo Alberto?). Nell'89 sono ideatori, autori e conduttori di "Emilio" su Italia1 alla domenica sera, ambientato nella frenetica redazione di un videogiornale, con un'irriducibile caporedattrice Athina Cenci, il giornalista scalzo Silvio Orlando, l'apprendista Carlo Pistarino, il ballerino Teo Teocoli e il tifoso Peo Pericoli, il critico letterario Gene Gnocchi, lo stilista Giorgio Faletti e innumerevoli altri "grandi". In occasione dei mondiali Emilio diventa "Emilio'90" ed esce il libro "Quante palle!", un manuale di sopravvivenza per chi del calcio se ne infischiano.

Nel 90-91 tornano in teatro con "Sete, l'allegra di perdersi" accompagnati da Carlo Pistarino e la regia di Benvenuti, e nell'autunno 91 sono sempre su Italia1 nella situation comedy "Andy&Norman", affiancati da Giobbe Covatta, Carlo Pistarino, Corrado Tedeschi, Maria Grazia Cucinotta, etc. Nei primi mesi del 92 sono di nuovo al teatro Ciak di Milano con "Non so se rendo preciso", uno spettacolo riassunto dei loro primi 15 anni di cabaret, e per tutto il mese di agosto conducono il TG delle vacanze di cui sono anche autori, in onda su Canale 5. Da Novembre dello stesso anno conducono "Di domenica", il gioco dei 9 secondo Zuzzurro e Gaspare", e nel 92 esce il libro "Bella scoperta" per i 500 anni dalla scoperta dell'America, sempre disegnato da Silver. Nel febbraio-marzo del 93 sono protagonisti e autori dello spettacolo teatrale "Mi aiuti a credermi" e nel 94 "Te lo ricordi tu il pur". Dopo 15 anni tornano in Rai e conducono "Miraggi", ministriscia serale in onda a ridosso del TG1, e in estate su Rai3 con la trasmissione "Saxa Rubra".  La stagione teatrale 93-94 li vede protagonisti della commedia "Piume" di Francesco Freyrie con la regia di Salvatore Samperi e nel 95-96 eccoli in una delle più divertenti commedie di Neil Simon prodotta dalla Fox&Gould "La strana coppia", (regia di M. Mattolini). Nello stesso anno sono ancora in teatro con "In lacrime" e "Vero o falso". Nell'estate 96 tornano in tv partecipando al variet di canale 5 condotto da Pippo Franco "Sotto a chi tocca". Sono di nuovo in teatro nel 96-97 con Heather Parisi in "Letto a tre piazze" di Ron Clark e Sam Bobrik. Li troviamo poi nel 97 nel film di Alessandro Benvenuti "I miei pi cari amici". Tra il 97 e il 98 stabiliscono al teatro Nazionale di Milano il record di tenitura replicando la commedia di Michael Frayn "Rumori fuori scena" per oltre tre mesi, con la regia di Marco Sciaccaluga, e la turn li impegna fino alla primavera del 99.

Nel 2000 hanno portato in giro un'altra commedia di Michael Frayn, "ALARMS" (una produzione di Fox & Gould), con la regia di Andrea Brambilla... Adesso la volta de "LA CENA DEI CRETINI", di Francis Veber, sempre prodotta con Fox & Gould.

Zuzzurro & Gaspare: Ciò che vide il maggiordomo

Con il patrocinio dell'Amministrazione comunale di Casatenovo

Coopertiva lavoratori della Brianza - Casatenovo Consulenti dal 1961 - Sesana Assicurazioni - Serenità, sicurezza, in ogni polizza Sorelle Pirovano - Acconciature, estetica, profumeria Naturalmente moda - Parrucchieri per signora Blu Velvet Gelateria Artigianale "Il Pinguino" - Pasticceria semifredda Alimentari Figini BCC Lesmo Erboristeria "La Betulla"

Stagione teatrale 2002 - 2003 - Teatro


HTML 4.01 Strict - WAI 1.0 - A -Fedd RSS- Facebook - twitter

auditorium di Casatenovo - Viale Parini, 1 - 23880 Casatenovo (Lecco)
Partita IVA: 01289690131 - Telefono e fax: 039 9202855

area riservata - informazioni legali - web design - scrivici una e-mail

 

 

 

Tweet