Vai direttamente al contenuto [1] - Vai alla barra di navigazione [3] - Home page del sito [h] - Cinema e cineforum [c] - Teatro, musica e altri eventi [e]

Across the Universe - All you need is love

Across the Universe - All you need is love

Questo evento non è attualmente presente nella programmazione dell'auditorium

Per conoscere la nostra programmazione vai alla pagina con i film previsti oppure utilizza uno dei nostri canali informativi: newsletter, Facebook e twitter

Storia d’amore ambientata sullo sfondo degli anni Sessanta durante gli anni turbolenti della protesta pacifista, dell’esplorazione mentale e del rock 'n roll; il film passa dai cantieri navali di Liverpool al Greenwich Village con la sua musica psichedelica e creativa, dalle strade straziate dalle sommosse di Detroit ai campi di battaglia del Vietnam. Gli amanti nati sotto una cattiva stella , Jude (Jim Sturgess) e Lucy (Evan Rachel Wood), insieme a un piccolo gruppo di amici e musicisti, vengono trascinati nei movimenti pacifisti e controculturali appena nati, con il “Dottor Robert” (Bono) e il “Signor Kite” (Eddie Izzard) come guide. Alla fine l’incontrollata forza dei tumulti dividerà i due amanti costringendo Jude e Lucy a battersi contro tutte le circostanze avverse per poi ritrovarsi nuovamente.

Regia Julie Taymor
Sceneggiatura Dick Clement
  Ian La Frenais

Jim Sturgess Evan Rachel Wood
Salma Hayek Bono
Eddie Izzard Joe Anderson
Dana Fuchs Cynthia Loebe
Martin Luther T.V. Carpio

Valutazione Pastorale (dal sito dell'Associazione Cattolica Esercenti Cinema - ACEC)

Giudizio: accettabile - semplicistico *

Il finale é all'insegna di "All you need is love", uno dei brani-manifesto dei Beatles, che sono stati scelti per contrappuntare la vicenda. La scelta di Julie Taymor è stata infatti quella di selezionare 33 canzoni a suo tempo scritte ed eseguite dal famoso gruppo di Liverpool e inserirle nel corpo vivo della trama: ossia cantate dagli attori stessi in sostituzione del dialogo. E' una soluzione che richiama la formula del 'musical' classico, quello nel quale ad un certo momento le parole si interrompevano e partiva la canzone. Qui l'operazione ha una valenza certo fortemente 'filologica': quei testi e quella musica sono inseriti nel corpo vivo di un periodo storico a sottolinearne il profondo e ineliminabile legame. Oltre trent'anni dopo, va detto che la musica rimane bella e vivace, i testi risultano un po' datati e legati appunto a quel periodo. L'operazione comunque acquista vigore grazie alla regia della Taymor, forte, vigorosa, incalzante. Convincente al punto da rendere positivi gli appelli contro la guerra e alla pace insiti nel copione, che per altri versi risulta invece alquanto banalizzato da prevedibilità e da cose già dette fino alla noia. Nell'insieme, dal punto di vista pastorale, il film é da valutare come accettabile, e semplicistico.

Utilizzazione: il film é da utilizzare in programmazione ordinaria per un ampio pubblico. Da recuperare come bell'esempio nell'ambito del rapporto cinema/musica. Qualche attenzione é da tenere per i più piccoli in vista di passaggi televisivi o di uso di VHS e DVD.

Vieni al cinema alla domenica sera. Costa meno!

Quello che... non abbiamo fatto


HTML 4.01 Strict - WAI 1.0 - A - Facebook - twitter

auditorium di Casatenovo - Viale Parini, 1 - 23880 Casatenovo (Lecco)
Partita IVA: 01289690131 - Telefono e fax: 039 9202855

area riservata - informazioni legali - privacy policy - sponsor - web design - scrivici una e-mail