Vai direttamente al contenuto [1] - Vai alla barra di navigazione [3] - Home page del sito [h] - Cinema e cineforum [c] - Teatro, musica e altri eventi [e]

Le tre sepolture - The three burials of Melquiades Estrada - di Tommy Lee Jones

Sabato 25 febbraio - Ore 21:00

Domenica 26 febbraio - Ore 21:00

Il corpo di Melquiades Estrada viene trovato nel deserto, dove è stato frettolosamente sepolto dopo essere stato ucciso. Senza fare alcun tentativo di scoprire l’autore del crimine, le autorità locali trasferiscono il cadavere in una fossa comune del cimitero. Pete Perkins, un caposquadra del ranch e miglior amico di Melquiades, forse l’unico a possedere un po’ di umanità in quella remota parte del Texas, decide di mettersi sulle tracce dell’assassino. Quando lo scopre, lo costringe a trasportare il cadavere fino al suo personale Eldorado in Messico, offrendo all’amico un viaggio memorabile verso la sua terza sepoltura.

Tommy Lee Jones Barry Pepper
Julio César Cedillo January Jones
Dwight Yoakam Levon Helm
Melissa Leo Vanessa Bauche
Regia Tommy Lee Jones
Sceneggiatura Guillermo Arriaga

cinematografo.it - Fondazione ente dello spettacolo L'attore Tommy Lee Jones esordisce alla regia. Con un on the road geo-politico sulla nuova frontiera degli Stati Uniti

Profondo Texas al confine con il Messico. Guardie di frontiera, migranti messicani che tentano di valicare il confine con gli USA, vaccari o cowboys che marchiano bestiame. Il corpo di Melquiades Estrada viene ritrovato in pieno deserto: è stato rapidamente seppellito dopo il suo assassinio. Tocca all’amico Pete (Tommy Lee Jones) andare alla ricerca dell’omicida, che sta proprio alla porta accanto, quella del nuovo agente del border patrol Mike Norton (Barry Pepper). Sentimento dell’amicizia, virilità che si misura in sensibilità e fiducia verso il prossimo e non attraverso la violenza e il machismo, Le tre sepolture è racconto nostalgico sulla nuova frontiera che si apre a Sud della superpotenza statunitense. Linea immaginaria che si valica materialmente e mentalmente al contrario nell’opera prima di Tommy Lee Jones. Perché Pete obbliga Mike a seguirlo verso il fantomatico paese di Jimenez, luogo natale dove seppellire per la terza volta Melquiades. Stavolta le guardie di frontiera perderanno di vista chi entra, per inseguire chi esce e fugge irregolarmente verso Sud. Paradosso geografico, che ha parecchio di politico nel sottotesto e che si richiama alla figura del loser dal viso scavato dalle rughe e dal tempo un po’ alla Eastwood, il film di Jones propone due ore di on the road desertico e naturalistico, concentrandosi sui caratteri e sulla storia e dimenticando quasi del tutto la visione. Per almeno mezz'ora sembra quasi che ci sia un tentativo di montaggio stranamente sincopato e a ritroso alla ricerca di una verità spezzettata dai diversi punti di vista dell’omicidio. Ma è un fuoco di paglia: i rimanenti novanta minuti si perdono davvero in mille rivoli di script, personaggi che svaporano nel nulla (si veda la bella mogliettina di Mike, Lou Ann, interpretata dalla bella January Jones), frasi che svolazzano nel vuoto. Ed è davvero un peccato che non sia intervenuto qualche sforbiciatore, perché le intenzioni di Jones sono quantomeno scevre di pregiudizi filosofici e di carinerie da primo della classe. Sarà forse il caso di aspettare l’opera seconda? (Davide Turrini)

Tommy Lee Jones

 Il matrimonio che vorrei - Meryl Streep e Tommy Lee Jones Men in Black Men in black 3 - Locandina Lincoln - Steven Spielberg - Poster Captain America: il primo vendicatore Non  un paese per vecchi - Locandina Colpevole d'innocenza - Poster Space cawboys - Poster Le tre sepolture - di Tommy Lee Jones - Locandina

I film della stagione 2006-2007


HTML 4.01 Strict - WAI 1.0 - A - Facebook - twitter

auditorium di Casatenovo - Viale Parini, 1 - 23880 Casatenovo (Lecco)
Partita IVA: 01289690131 - Telefono e fax: 039 9202855

area riservata - informazioni legali - privacy policy - sponsor - web design - scrivici una e-mail