Vai direttamente al contenuto [1] - Vai alla barra di navigazione [3] - Home page del sito [h] - Cinema e cineforum [c] - Teatro, musica e altri eventi [e]

Il principe ed il pirata

Sabato 12 gennaio Ore 20:30 e 22:30
Domenica 13 gennaio Ore 15:00, 17:00 e 21:00

Leopoldo, timido maestro elementare di Firenze, il giorno del funerale del padre, Pierino, noto giocatore d'azzardo, ha una incredibile sorpresa. Nella camera ardente Pierino si "ridesta" dalla sua bara e svela ad un Leopoldo sbalordito che in realtà la sua morte è stata tutta una messinscena per sfuggire ai miliardi di debiti accumulati. Dopo il finto funerale Leopoldo scopre con amarezza che il padre è fuggito, facendogli avere però un video in cui gli rivela di avergli lasciato un dipinto del valore di 250 milioni, vinto a carte da un nobile di St. Vincent, avvertendolo però che tale somma dovrà essere divisa con un'altra persona e spingendolo, quindi, a contattare Lella, la bidella della sua scuola, a conoscenza di un suo segreto. Leopoldo cerca quindi la donna e scopre di avere un fratellastro, Melchiorre, soprannominato Gimondi, concepito in gioventù da Lalla e Pierino e che per di più si trova in carcere per una serie di furti. Da qui in poi la vita di Leopoldo sarà completamente stravolta....

Leopoldo Leonardo Pieraccioni Regia Leonardo Pieraccioni
Gimondi Massimo Ceccherini Sceneggiatura Leonardo Pieraccioni
Fotografia Maurizio Calvesi
Scenografia Francesco Frigeri

La critica

"Nella sceneggiatura del regista e di Giovanni Veronesi gli episodi si susseguono senza una vera ragione narrativa e senza far 'crescere' i personaggi. L'unico scopo sembra quello di permettere che Pieraccioni e Ceccherini si producano nei rispettivi repertori, che il film somma in maniera aritmetica: il primo buonista, ligio e sentimentale, cialtrone disonesto e simpatico il secondo. O meglio, una variante c'è. Contrariamente ai suoi film precedenti, Pieraccioni infarcisce quello nuovo di volgarità: (...) Ma anche le battutacce, in fondo, sono coerenti col progetto di un film che le prova tutte per piacere, ricorrendo un momento dopo al sentimentalismo o alle cartoline turistiche delle località che Leopoldo e Melchiorre vanno attraversando". (Roberto Nepoti, 'la Repubblica', 15 dicembre 2001)

"La commedia piacevole è ben interpretata e divertente. La coppia dei protagonisti si armonizza molto bene: Pieraccioni è portatore della comicità toscana più sorniona, scherzosa, autoindulgente, apparentemente bonaria; Ceccherini impersona lo spirito fiorentino sarcastico, tagliente, rapido, aggressivo, rissoso; insieme riescono a vincere la naturale antipatia provocata spesso dalla comicità di Toscana. Come regista, Pieraccioni ha avuto all'inizio grandi successi di pubblico con 'Il ciclone' e 'Fuochi d'artificio'; ha avuto esito più moderato con 'Il pesce innamorato' e come protagonista de 'Il mio West' di Veronesi; può darsi che 'Il principe e il pirata' rappresenti una rivincita". (Lietta Tornabuoni, 'La Stampa', 21 dicembre 2001)

Leonardo Pieraccioni

Io e Marilyn Il paradiso all'improvviso Una moglie bellissima Il Pesce innamorato Il principe ed il pirata Ti amo in tutte le lingue del mondo Finalmente la felicit - Poster Un fantastico via vaii - Poster

I film della stagione 2001-2002


HTML 4.01 Strict - WAI 1.0 - A - Facebook - twitter

auditorium di Casatenovo - Viale Parini, 1 - 23880 Casatenovo (Lecco)
Partita IVA: 01289690131 - Telefono e fax: 039 9202855

area riservata - informazioni legali - privacy policy - sponsor - web design - scrivici una e-mail