Vai direttamente al contenuto [1] - Vai alla barra di navigazione [3] - Home page del sito [h] - Cinema e cineforum [c] - Teatro, musica e altri eventi [e]

Macbeth

Macbeth - Trailer italiano ufficiale

Questo evento non è attualmente presente nella programmazione dell'auditorium

Per conoscere la nostra programmazione vai alla pagina con i film previsti oppure utilizza uno dei nostri canali informativi: newsletter, Facebook e twitter

La rovinosa metamorfosi del valoroso generale Macbeth, signore di Glamis, che conosce la gloria e l'onore, ma viene condotto alla rovina dalla sua cupidigia. Ambientato nel paesaggio crudo della guerra civile in Scozia, è la storia di un animo grande e generoso corrotto da avidità e spietata ambizione.

Regia: Justin Kurzel

Interpreti: Michael Fassbender, Marion Cotillard, Elizabeth Debicki, David Thewlis, Paddy Considine, Jack Reynor, Sean Harris, David Hayman, James Michael Rankin

Sceneggiatura: Justin Kurzel, Todd Louiso

Fotografia: Adam Arkapaw

Montaggio: Chris Dickens

Durata: 1 ora e 53 minuti

Il costo del biglietto

Biglietti esselunga Vieni al cinema alla domenica sera - a Casatenovo costa meno Prendi sei e paghi cinque - Tessere a scalare

cinematografo.it - Fondazione ente dello spettacolo **1/2-- Nonostante gli sforzi e una regia sovraccarica, la versione di Kurzel non travolge come vorrebbe. Fassbender e Cotillard sovrastati dalla messa in scena

Facciamo una premessa: ogni tentativo di portare l’opera di Shakespeare al cinema per renderla fruibile alle nuove generazioni, è cosa buona e giusta. Nel caso del Macbeth di Justin Kurzel, i meriti però finiscono qui ed è un peccato: dall’autore del disturbante Snowtown (menzione speciale alla Semaine di Cannes del 2011), era lecito attendersi qualcosina in più. Invece a questa ennesima traduzione cinematografica della tragedia del Bardo manca lo scatto decisivo, la personalità che permette di essere insieme unici e identici, di catturare una scintilla dell’originale per incendiare il proprio fuoco creativo. Il Macbeth di Welles ad esempio, potente come quello letterario però diverso.

L’operazione imbastita da Kurzel è piuttosto scontata: rispettare il dettato shakesperiano nella narrativa e nei dialoghi, cercando semmai una modernità di messa in scena. Un progetto elementare, che per diventare definitivamente pop aveva bisogno del coinvolgimento di due divi internazionali. Ed ecco Michael Fassbender e Marion Cotillard, nei panni del Re omicida e della complice moglie.

Non c’è nulla che non vada in definitiva, ma niente sorprende, niente emoziona, niente resta.

L’esattezza delle plongée zenitali, con cui Kurtzel evoca di continuo un fuoricampo dove congiura il destino, ha ad esempio qualcosa di stucchevole, che dipende certo dall’insistenza con cui ne fa uso, ma anche dalla banalità di una concordanza scolastica.

Per non dire del processo di astrazione che impone su tutta la drammaturgia, la musicalità della composizione scenica, la chiave monologica, tutto esageratamente “videoclippato” e post-postmoderno; le accelerazioni e decelerazioni continue che denotano il Movimento della Storia più che nella storia; la fluidità di certe carrellate, a ricordo di certi ralenti di Wong Kar-wai; il montaggio discontinuo, paradigmatico, configurante un unico flusso di coscienza, di immagini oniriche e di voci sibilate, di piccoli strappi, di vai e vieni temporali lungo l’asse cronologico. Di atmosfere spettrali, di terre e cieli letteralmente colorati di rosso. Rarefazioni alla Refn, senza però quello stesso malessere che preme sulla forma e la informa.

Una versione cupa, funerea, persino suggestiva. Ma finta. Sanguinolenta più che sanguigna. Baraccona più che barocca. Muscolare ma senza attributi.

Troppo compiaciuta per crederci. Che brucia di un fuoco di scena. E lascia volute di fumo negli occhi. (Gianluca Arnone)

I film della stagione 2015 / 2016


HTML 4.01 Strict - WAI 1.0 - A - Facebook - twitter

auditorium di Casatenovo - Viale Parini, 1 - 23880 Casatenovo (Lecco)
Partita IVA: 01289690131 - Telefono e fax: 039 9202855

area riservata - informazioni legali - privacy policy - sponsor - web design - scrivici una e-mail