Vai direttamente al contenuto [1] - Vai alla barra di navigazione [3] - Home page del sito [h] - Cinema e cineforum [c] - Teatro, musica e altri eventi [e]

Project Nim

Project Nim

Questo evento non è attualmente presente nella programmazione dell'auditorium

Per conoscere la nostra programmazione vai alla pagina con i film previsti oppure utilizza uno dei nostri canali informativi: newsletter, Facebook e twitter

Cosa succederebbe se un cucciolo di scimpanzé venisse tirato su come un neonato da una famiglia di esseri umani? La risposta sorprendente e drammatica è questo film che racconta come una favola horror di un esperimento iniziato nel 1973 e finito come una sorta di Elephant Man animale, in un mondo in cui nessuno sembra accettare che le scimmie si comportino come tali ma solo chiedersi, con crudele antropocentrismo, perché non diventino umane. Il film racconta la straordinaria storia di Nim, lo scimpanzé che divenne il centro di un importante esperimento per dimostrare che una scimmia, allevata come un bambino, avrebbe potuto imparare a comunicare usando il linguaggio dei segni. Interviste con gli ammaestratori di Nim e con altri ricercatori sono alternate a materiale d'archivio, girato all'epoca.

Regia: James Marsh

Interpreti: Bob Angelini, Bern Cohen

Fotografia: Michael Simmonds

Montaggio: Jinx Godfrey

Musiche: Dickon Hinchliffe

Durata: 1 ora e 33 minuti

 Biglietti esselunga Vieni al cinema alla domenica sera - a Casatenovo costa meno Prendi sei e paghi cinque - Tessere a scalare

cinematografo.it - Fondazione ente dello spettacolo ***** Homo sapiens? Insomma... Il premio Oscar James Marsh porta a Extra uno straziante scimpanzé contro l'antropocentrismo

"Che oggi il documentario, il cinema della realtà, abbia a volte potenzialità romanzesche superiori al normale cinema di consumo fossilizzato su un numero straordinariamente ridotto di narrazioni e di generi, è un fatto certo" puntualizza Mario Sesti, curatore della sezione Extra, che in programma ha inserito film dall'altissimo spessore artistico e valore morale. Si scopre, ad esempio, come la scienza, usata per nobili casi o per indagini inutili e crudeli, scatenando giustamente dibattiti sulla sua autonomia e sull'ancoraggio ai valori etici, occupi un posto importante nell'ampia scelta cinematografica.

Uno dei risultati di maggior rilievo e interesse è lo straziante Project Nim, documentario del premio Oscar James Marsh (nel 2009 con Man on Wire) che aggredisce la realtà e pone questioni pressanti. Anche qui alla fonte c’è una storia vera, quella di un cucciolo di scimpanzé che nel 1973, alla sua nascita in Oklahoma, viene da un gruppo di scienziati separato dalla madre e consegnato a una famiglia, per essere educato come fosse un neonato umano, violentandone così la natura originaria e l'istinto. Ma il suo destino - alla fine è abbandonato dopo che l’esperimento, che ha avuto brillante successo all’inizio, fallisce perché l’animale, in un contesto estraneo, sviluppa naturali dosi crescenti di aggressività - somiglia anche a una sorta di romanzo gotico. Le immagini sono impietose: vestito come un bambino, costretto ai vizi umani, sottoposto a comportamenti sociali che non appartengono al suo gruppo, Nim si ribella come può e forse deve. "L’uso della scienza senza il rispetto della vita - precisa Sesti - rende improvvisamente visibile la crudeltà di cui possiamo essere capaci e allo spettatore questo film consegna un senso di ingiustizia e pena infinita.

Chi è il mammifero più umano, quello che sentiamo più vicino a noi, l’homo sapiens che crede di poter rendere qualsiasi essere uguale a lui, o il disarmato protagonista, costretto a vivere in un ambiente che non è il suo e a subirne i comportamenti?". Per chi segue le vicende del piccolo Nim, fino alla sua morte solitaria e infinitamente triste, chiuso in una gabbia nell'abisso dell'infelicità e della violenza subita, la risposta non è difficile. (Luca Pellegrini)

I film della stagione 2011 / 2012


HTML 4.01 Strict - WAI 1.0 - A - Facebook - twitter

auditorium di Casatenovo - Viale Parini, 1 - 23880 Casatenovo (Lecco)
Partita IVA: 01289690131 - Telefono e fax: 039 9202855

area riservata - informazioni legali - privacy policy - sponsor - web design - scrivici una e-mail