Vai direttamente al contenuto [1] - Vai alla barra di navigazione [3] - Home page del sito [h] - Cinema e cineforum [c] - Teatro, musica e altri eventi [e]

Niente paura

Sabato 9 ottobre - Ore 21:00

Domenica 10 ottobre - Ore 16:00 e 21:00

Niente paura è un film sull’identità nazionale nell'epoca delle "passioni spente", nell’epoca della crisi radicale della politica, in senso lato. Il film racconta - in modo non ideologico, ma attraverso le storie personali di uomini e donne comuni, di persone conosciute e dello stesso Ligabue - colonna sonora del film e "narratore per eccellenza" - come siamo e come eravamo, in realtà da dove veniamo (fine anni Settanta, primi anni Ottanta, quando si opera una svolta sia nelle istituzioni che nel costume) e quale Paese siamo diventati oggi.

Dedicato a tutti quelli che hanno capito che questo Paese non è di chi lo governa ma di chi lo ama.

Regia di Piergiorgio Gay. Con Luciano Ligabue

Biglietti esselunga Vieni al cinema alla domenica sera - a Casatenovo costa meno Prendi sei e paghi cinque - Tessere a scalare

Valutazione Pastorale (dal sito dell'Associazione Cattolica Esercenti Cinema - ACEC)

Giudizio: consigliabile, semplice

Tematiche: giovani; musica; politica e società

Sequenze dei concerti di Ligabue si alternano alle interviste e ad altre immagini di archivio su alcuni momenti cruciali della vita sociale e civile dell'Italia negli ultimi trenta anni. Più che quelle di alcuni stagionati intellettuali, sono interessanti le testimonianze dei più giovani, alcuni nati all'inizio degli anni Novanta per i quali niente è stato vissuto e tutto fa già parte della Storia. Arrivare a comprendere nell'esame tutti i fatti accaduti sulla strage di Bologna ad oggi (1980) forse contribuisce ad appesantire un po' la materia e a confondere un po' le idee. Parlarne comunque fa sempre bene, e la regia di Gay é misurata e giusta. Un prodotto per riflettere e per capirci meglio. Dal punto di vista pastorale, il film é da valutare come consigliabile, semplice e adatto per dibattiti.

Utilizzazione: il film é da utilizzare in programmazione ordinaria e, più opportunamente, in occasioni mirate per avviare riflessioni sui temi, tutti vivi e attuali, che propone.

cinematografo.it - Fondazione ente dello spettacolo ***** Meglio il concerto civile di Piergiorgio Gay che l'assolo di Ligabue: tra luci e ombre, Buonanotte all'Italia...

“Vorrei augurare la buona notte a tutti quelli che vivono in questo Paese ma che non si sentono in affitto, perché questo paese è di chi lo abita e non di chi lo governa”. Così Luciano Ligabue chiude i suoi concerti; così Piergiorgio Gay ne ha tratto spunto per un film, Niente paura. Prodotto dalla Lumière di Lionello Cerri e dalla Bim, che lo porta sala dopo l’anteprima fuori concorso alla Mostra di Venezia, un documentario che interroga la meglio Italia – da don Ciotti a Stefano Rodotà, da Giovanni Soldini a Carlo Verdone – e la “doppia” con il Liga, per trovare – dice il regista – “canzoni e memoria, memoria personale e memoria collettiva”.

Non un lavoro storico, ma di gruppo, che si affida al racconto delle persone intervistate: dalla ragazza albanese che con 20mila connazionali sbarcò a Bari nel ’91 sulla nave Vlora allo stesso Ligabue, che avrebbe potuto trovarsi alla stazione di Bologna il 2 agosto 1980, da Beppino Englaro al Paolo Rossi che invoca la costituzione di “campi di concentramento culturali”, fino alla perseveranza di Sabina, la figlia di Guido Rossa, e il testamento biologico di Umberto Veronesi.

Non manca genuina commozione – come non graffiarsi dentro a riascoltare Rosaria Schifani, vedova dell’agente di scorta saltato in aria con Falcone? – e non latita la sincera quanto ingenua convinzione che le “canzonette” possano raccontare gli ultimi 30 anni di storia patria con il coro della società civile, ma a ben vedere Niente paura funziona solo quando fa memoria al grado zero, ovvero con le immagini di archivio. Per il resto, troppo debole e controvertibile l’assunto di fondo, tanto ingombrante quanto poco carismatica la figura del rocker di Correggio, perché non nasca un’altra paura: maquillage civile a una promozione artistica? Siamo troppo cattivi, ma oggettivamente il "concerto" di Gay funziona meglio del suo solista, che se addirittura non ci fosse... (Federico Pontiggia)

Gli altri film in programma

Voglio essere profumo-La solitudine dei numeri primi-14 ottobre| L'ultima estate - Ricordi di un'amicizia-Benvenuti al sud-Da sabato 30 ottobre | Inception - Con Leonardo di Caprio-Figli delle stelle-Maschi contro femmine

I film della stagione 2010 / 2011


HTML 4.01 Strict - WAI 1.0 - A - Facebook - twitter

auditorium di Casatenovo - Viale Parini, 1 - 23880 Casatenovo (Lecco)
Partita IVA: 01289690131 - Telefono e fax: 039 9202855

area riservata - informazioni legali - privacy policy - sponsor - web design - scrivici una e-mail