Vai direttamente al contenuto [1] - Vai alla barra di navigazione [3] - Home page del sito [h] - Cinema e cineforum [c] - Teatro, musica e altri eventi [e]

Gnomeo e Giulietta

Gnomeo e Giulietta

Sabato 9 aprile - Ore 21:00

Domenica 10 aprile - Ore 16:00 e 21:00

Nel film la celebre storia di Shakespeare si trasforma in una fiaba esilarante e stravagante. Gnomeo & Giulietta vengono coinvolti in una faida tra vicini di casa e devono superare tanti ostacoli quanto i loro quasi-omonimi letterari. Tra fenicotteri di plastica rosa ed emozionanti corse in tagliaerba, riuscirà questa giovane coppia a trovare la vera felicità?

Si segnala che la pellicola proiettata all'auditorium (e nella maggior parte delle altre sale cinematografiche) non è la versione 3D del film.

 

Regia: Kelly Asbury

Sceneggiatura:  Mark Burton, Kevin Cecil, Andy Riley, John R. Smith, Robert Sprackling

Musiche: James Newton Howard, Elton John

Durata: 85 minuti

Il sito ufficiale: www.gnomeoegiulietta.it - www.gnomeoandjuliet.com

 

 Biglietti esselunga Vieni al cinema alla domenica sera - a Casatenovo costa meno Prendi sei e paghi cinque - Tessere a scalare

 

Valutazione Pastorale (dal sito dell'Associazione Cattolica Esercenti Cinema - ACEC)

Giudizio: Consigliabile/semplice

Tematiche: Avventura; Famiglia

La libertà più evidente rispetto al testo teatrale shakespeariano è, ovvio, nel cambiamento conclusivo: il lieto fine al posto della tragedia dei due giovani veronesi. Una 'novità' che si giustifica nel clima festoso e divertito della trama di oggi. La fiaba, raccontata e vissuta a misura di 'gnomi', spazia allegramente tra pupazzi, animali e qualche umano, senza la minima logica descrittiva. Pur frenata da qualche momento meno riuscito, l'operazione é gradevole, simpatica, resa accattivante da un disegno abbastanza dinamico. Perplessità nell'economia del racconto le suscita anche stavolta la scelta, nel doppiaggio, di dialetti e intercalari all'italiana. Dal punto di vista pastorale, il film è da valutare come consigliabile e nell'insieme semplice.

Utilizzazione: il film è da utilizzare in programmazione ordinaria e in seguito come proposta per bambini e famiglie.

 

cinematografo.it - Fondazione ente dello spettacolo ***** La love story più famosa del mondo torna con nani da giardino. In 3D, tra gag e romanticismo

La più grande storia d’amore di tutti i tempi interpretata da gnomi da giardino. E’ l’idea spiritosa del team Walt Disney che ha dato vita al minuscolo mondo di Gnomeo e Giulietta, diretto in 3D da Kelly Asbury.

Deliziosi nanetti colorati e altre personaggi sono coinvolti loro malgrado in una guerra di vicinato, e devono superare gli stessi ostacoli dei loro celebri quasi-omonimi predecessori (Romeo e Giulietta) in carne e ossa. La vicenda, ambientata non a caso a Stratford -Upon-Avon, luogo di nascita di Shakespeare, racconta infatti di due nemici giurati, il Signor Capulet e la Signora Montague (Capuleti e Montecchi erano i nomi nella tragedia scespiriana), il cui fanatismo per il giardinaggio non ha eguali. I loro terreni sono pieni di figurine di plastica che hanno preso l’abitudine di assumere gli stessi comportamenti negativi dei rispettivi proprietari. E la faida ha assunto connotati ancora più rilevanti tra gli gnomi: il semplice fatto di essere un Rosso del Giardino Rosso o un Blu del Giardino Blu è fonte di litigi interminabili che nessuno mette in discussione.

La storia ha momenti di puro spasso, gag esilaranti e un bel po’ di romanticismo che non guasta alla riuscita del film. Una delle maggiori sfide è stata rendere questi personaggi il più possibile fedeli alle sostanze di cui sono fatti. Quindi cemento, ceramica, plastica, gomma, vinile, senza però limitare i loro movimenti. Non solo: gli animatori (centinaia) hanno dovuto collocare gli Gnomi in mezzo ai giardini. Come in Romeo+Giulietta di Baz Luhrman la musica non manca, e che musica: numerose canzoni originali e classici di Elthon John, qui in veste duplice di produttore e cantautore, e una nuova versione di Crocodile Rock, cantata da Nelly Furtado. (Marina Sanna)

La critica

"Piacerà a quelli che seguono il cinema cartonato di Kelly Asbury (autore del secondo 'Shrek'). Il menù di Asbury è indubbiamente ricco: molte trovate, azzeccati riferimenti scespiriani e una colonna sonora firmata Elton John (perfino in duetto con Lady Gaga)." (Giorgio Carbone, 'Libero', 18 marzo 2011)

"Confessiamo un'insana passione, di molto precedente al film, per i nanetti da giardino. (...) Siamo dunque totalmente conniventi con un regista che prende Shakespeare e ambienta la storia di Romeo e Giulietta tra il giardino dei nanetti rossi e il giardino dei nani blu, confinanti e acerrimi nemici al pari dei rispettivi padroni. I piccioncini si conoscono mascherati - Giulietta con il passamontagna ha appena esibito le sue doti guerriere - e al disvelamento sono guai. Kelly Asbury, regista di 'Shrek 2', non si lascia sfuggire neanche un dettaglio kitsch. (...) Bellissima la colonna sonora. Leggi: il repertorio quasi completo di Elton John (il nano che lo imita è semplicemente fantastico, con occhialoni di strass e anelli ha qualcosa del venerato maestro Liberace) e Lady Gaga per i duetti ('Shrek 2' finiva con un gran ballo su 'La vida loca'). Molte le citazioni dai film d'azione e di passione, 'Terminator' o 'Twilight'. La versione originale aveva battute raffinate come: 'May he rest in pieces' (sarebbe: 'May he rest in peace', riposi in pace, ma i nanetti muoiono quando vanno in pezzi). Il doppiaggio italiano - ideona! - la butta sui nanetti del nord e quelli del sud." (Mariarosa Mancuso , 'Il Foglio', 19 marzo 2011)

"Perché 'Romeo e Giulietta', occhi luminosi d'amore impossibile, ora devono esistere anche con i globi sbarrati delle bambole e degli orribili nani da giardino, ceramica e cemento? La catena di montaggio del blockbuster non si ferma. Idee poche, meglio pescare dai classici. Storia immortale, personaggi senza tempo, un muro che divide le case, da una parte i Capuleti, dall'altra i Montecchi, ma il dramma è in giardino. (...) Scarse sfumature emotive, peripezie da fumetto, scomparsa la lirica shakespeariana (ma chi ne sente, oggi, la mancanza?), cosa resta? ll 3D. Un gioco per bimbi, a cui non manca la cura Disney." (Silvio Danese, 'Giorno, Carlino, Nazione', 25 marzo 2011)

Gli altri film in programma

Giovedì 24 marzo - Stanno tutti bene-Rango-Il discorso del re-Giovedì 14 aprile - Potiche - La bella statuina-Dal 16 aprile | Nessuno mi può giudicare-A Pasqua | The Next Three Days-Dal 30 aprile | Rio

I film della stagione 2010 / 2011


HTML 4.01 Strict - WAI 1.0 - A - Facebook - twitter

auditorium di Casatenovo - Viale Parini, 1 - 23880 Casatenovo (Lecco)
Partita IVA: 01289690131 - Telefono e fax: 039 9202855

area riservata - informazioni legali - privacy policy - sponsor - web design - scrivici una e-mail