Vai direttamente al contenuto [1] - Vai alla barra di navigazione [3] - Home page del sito [h] - Cinema e cineforum [c] - Teatro, musica e altri eventi [e]

Io, loro e Lara

Sabato 23 gennaio Ore 21:00
Domenica 24 gennaio Ore 16:00 e 21:00

Padre Carlo Mascolo è un missionario che vive in un villaggio nel cuore dell'Africa dove - parole sue - fa "il medico, il preside, l'agricoltore, il meccanico e lo sceriffo a tempo pieno". Da qualche tempo avverte i sintomi di una crisi spirituale che lo angoscia sempre di più. Dunque decide di tornare a Roma per parlarne ai suoi superiori. Il suo padre spirituale lo tranquillizza, a volte è necessaria una pausa di riflessione. Lo esorta a trascorrere un po' di tempo in famiglia per ritrovare se stesso attraverso il calore dei propri cari. Intanto da un'altra parte della città, in un minuscolo appartamentino di periferia, una misteriosa ragazza fa dei colloqui con un assistente sociale. Sembra che la ragazza, Lara, abbia avuto dei seri problemi in passato che adesso sta cercando di risolvere. Ma nonostante l'aria da educanda che ostenta con l'assistente sociale, Lara conduce una doppia vita. Di notte, di fronte ad una web cam si trasforma in una sensualissima modella in latex e tacchi a spillo.

Regia Carlo Verdone
Sceneggiatura Pasquale Plastino
  Francesca Marciano
  Carlo Verdone
Fotografia Danilo Desideri
Montaggio Claudio Di Mauro
Musiche Fabio Liberatori

Laura Chiatti

Carlo Verdone

Anna Bonaiuto Sergio Fiorentini
Marco Giallini Angela Finocchiaro
Olga Balan Agnese Claisse
Cristina Odasso Tamara di Giulio
Giorgia Cardaci Marco Guadagno
Roberto Sbaratto Loukoula Letizia
Sedrick Boupkouele Antoinette Kapinga Mingu
Carla Akakpo Nimata Gianfranco Mazzoni
Valeria Ceci Marco Minetti

Ingresso ordinario: 6.00 € - Ridotto: 4.00 €

Biglietti esselunga Vieni al cinema alla domenica sera - a Casatenovo costa meno Prendi sei e paghi cinque - Tessere a scalare

Valutazione Pastorale (dal sito dell'Associazione Cattolica Esercenti Cinema - ACEC)

Giudizio: consigliabile, brillante

Tematiche: il comico

La vita odierna a Roma (specchio dell'intera realtà italiana) ha raggiunto livelli di schizofrenia ormai incontrollabili. E' necessario fermarsi un momento e ricominciare da una nuova etica dei rapporti interpersonali. Anzi, proprio dalla famiglia, che è il primo nucleo della società. Va diretto al cuore del problema Carlo Verdone in questo suo nuovo racconto che, con un indovinato scarto di sceneggiatura, gioca sul repentino rovesciamento della situazione iniziale. Tornato a casa per ritrovare affetto e serenità, padre Mascolo si vede assediato da una brutta coltre di rancori, avidità, bugie, opportunismi. Senza che qualcuno, per giunta, si prenda la briga di ascoltare le sue difficoltà. Calandosi in questo personaggio di sacerdote generoso, disponibile, aperto, forse un po' ingenuo, Verdone si crea le premesse per gettare sull'Italia contemporanea uno sguardo amarognolo, fatto di qualche delusione e insieme di molta voglia di riscatto. La constatazione finale dice che l'Italia é, per motivi opposti all'Africa, scenario di una differente ma non meno necessaria missione di recupero di valori civili condivisi. E in questo scenario il ruolo del sacerdote non è certo secondario. Circondato da un coro di figure piccole e grandi (i "mostri" di oggi), Verdone é bravo a suscitare divertimento di fronte ad argomenti per i quali in fondo c'è ben poco da ridere. Dal punto di vista pastorale, il film é da valutare come consigliabile, e nell'insieme brillante.

Utilizzazione: il film é da utilizzare in programmazione ordinaria, e da recuperare in seguito come prodotto italiano in grado di coniugare comicità e riflessione.

cinematografo.it - Fondazione ente dello spettacolo ***** "Don" Carlo Verdone ci regala una vecchia commedia all'italiana: seria nei temi ma senza rinunciare alla risata

Valori, famiglia, immigrazione: tutti termini che presi singolarmente si sentono spesso rimbalzare nel discorso pubblico, ma che è difficile trovare mescolati insieme, o per lo meno non in modo così stretto come ha fatto Verdone nella sua ultima commedia Io, loro e Lara, diretta e interpreta a fianco di Laura Chiatti.

Svestiti i panni dell'uomo medio attanagliato da crisi depressive e di mezza età, il regista e attore romano ha deciso di cimentarsi niente meno che con l'abito talare, qui vestito in maniera più seria rispetto agli esilaranti sketch sui religiosi di cui è puntellata la sua carriera. Questo Padre Carlo è un missionario davvero devoto e pio, che decide di tornare a casa per riflettere su alcuni dubbi di fede sorti con lo scorrere degli anni. Arrivato in Italia non trova però il conforto dei suoi famigliari, bensì una situazione ingarbugliatissima, con l'anziano padre che si è sposato la badante e vuole lasciare la casa alla figlia di lei, Lara, scatenando la rivolta dei suoi altri due fratelli. Trovatosi nell’occhio del ciclone, starà a lui instaurare un dialogo tra questi due mondi conflittuali, cercando una via d’uscita al paradossale caos dei rapporti parentali nell’era della globalità e delle migrazioni di massa.

Nonostante il film soffra di un certo buonismo palliativo in pieno spirito natalizio, Verdone riesce a realizzare una commedia leggera e divertente, ma allo stesso tempo piena di spunti sviluppati attraverso un punto di vista originale, che si allontana dalla banalità ormai imperante in tutti i film comici italiani. Non mancano certo macchiette, scene scontate da cabaret né momenti di stallo. Ma la capacità di ribaltare da un momento all’altro pregiudizi ben radicati nell'immaginario collettivo, e di proporre il loro superamento come un punto di partenza per nuovi modelli sociali e famigliari, è qualcosa che non si vede spesso nel nostro panorama cinematografico, e che avvicina Io, loro e Lara a un certo tipo di commedia popolare made in USA, dove di stereotipi razziali da sfatare ce ne sono a bizzeffe.

Un film che si fa dunque apprezzare non solo per l'intrattenimento e le buone prove dei suoi interpreti, ma anche per il respiro un po' più ampio del suo humor, forse un po' romanesco e truce, di certo di non inglese, ma neppure zotico e volgare come quello che si è ormai tristemente imposto come lo standard italiano. (Laura Croce)

Tutto Carlo Verdone

Manuale d'amore 3 - Poster Io, loro e Lara - Locandina L'amore è eterno finché dura - Locandina Ma che colpa abbiamo noi Il mio miglior nemico C'era un cinese in coma Grande Grosso e Verdone Posti in piedi in Paradiso - Poster Sotto una buona stella - Poster La grande bellezza L'abbiamo fatta grossa

I film della stagione 2009 / 2010


HTML 4.01 Strict - WAI 1.0 - A - Facebook - twitter

auditorium di Casatenovo - Viale Parini, 1 - 23880 Casatenovo (Lecco)
Partita IVA: 01289690131 - Telefono e fax: 039 9202855

area riservata - informazioni legali - privacy policy - sponsor - web design - scrivici una e-mail