Vai direttamente al contenuto [1] - Vai alla barra di navigazione [3] - Home page del sito [h] - Cinema e cineforum [c] - Teatro, musica e altri eventi [e]

10 anni! - Il Monello di Charlie Chaplin - al pianoforte Marco Detto

10 anni di auditorium - Marco Detto e Charlie Chaplin

Il Monello (Charlie Chaplin - 1921) - al pianoforte Marco Detto

Venerdì 22 gennaio 2010 - Ore 21:00

Ingresso libero fino ad esaurimento dei posti

Per festeggiare i dieci anni dalla riapertura dell'auditorium abbiamo pensato di regalare al nostro pubblico una sorpresa: proporremo a tutti un evento in controtendenza rispetto al cinema di oggi, fatto di tecnologia ed effetti speciali: proietteremo un film in bianco e nero, di quelli di piccolo formato, come si usava negli anni ‘20 agli albori delle sale cinematografiche. E, come nelle sale cinematografiche che se lo potevano permettere, la proiezione sarà accompagnata dal suono del pianoforte dal vivo...

Il monello

Charlot, povero vetraio, raccoglie e alleva un bimbetto abbandonato dalla madre, vittima di un seduttore. Per aiutare il padre adottivo, il monello rompe i vetri. Poi torna la madre, diventata ricca, e lo riprende.

Primo lungometraggio di Chaplin, largamente autobiografico per quel che riguarda la sua infanzia povera nei quartieri popolari di Londra. Nella sua miscela di patetico e di comico (anche grottesco) quante generazioni di bambini ha fatto ridere e piangere? La sequenza del sogno è risolta da Chaplin, con rischio calcolato, in un incantevole stile naïf dai trucchi artigianali. Tenero, umoristico, realistico, lirico. Straordinario esordio del piccolo J. Coogan.

Un successo che dura da 80 anni. Fu rieditato nel 1971 dall'autore che eliminò alcune brevi scene e vi aggiunse una partitura musicale di sua composizione. Restaurato nel 2003 con tecniche fotochimiche e digitali da parte dell'Immagine Ritrovata di Bologna e della Dyte.

Marco Detto

Marco Detto nasce a Milano nel 1962. Studia violoncello ed in seguito si dedica da autodidatta allo studio del pianoforte. Esordisce professionalmente nel 1982 collaborando come sideman in varie formazioni jazzistiche. Nel 1987 dà vita alla prima formazione jazzistica a suo nome privilegiando il trio, e si esibisce in numerosi jazz clubs. Nel 1992 incide il suo primo lavoro di standards "Falling in jazz whit love" con Marco Ricci e Giorgio Di Tullio e con la medesima formazione nello stesso anno inciderà un lavoro di brani originali "I sogni di Dick". Nel 1994 ha un’importante collaborazione con Palle Danielsson e Peter Erskine con i quali incide il cd "La danza dei ricordi". Nel 1998 incide con Marco Ricci e Stefano Bagnoli "Altrove", un lavoro di composizioni originali. Con la stessa formazione, nel 1999 inciderà "In the air". Nel 2000 viene chiamato personalmente da Eddie Gomez a suonare per tre concerti nel suo gruppo con L.White e J. Steig, sostituendo Mc. Tyner e C.Corea, nel "IV Festival internazionale di musica classica e jazz sull’Isola d’Elba"; da questo felice incontro nascerà nel 2001 il cd "What a wonderful world" registrato a New York con E. Gomez e L.White a cui farà seguito un tour in Italia. Nel 2003 incide “Django” (Massimo Manzi drums, Marco Ricci bass), ottimamente recensito in Giappone dalla rivista jazz "Sunny Side", rimane nella classifica da loro redatta per 2 mesi al secondo posto. Nel 2004 incide “Da Lontano” (Massimo Manzi drums, Marco Ricci bass), un lavoro di composizioni originali, molto apprezzato e ottimamente recensito. Nel 2005 l’etichetta giapponese Sound Hills ristampa “ What a Wonderful World”. Nel 2006 incide “BlueStones” (Mauro Beggio drums, Stefano Profeta bass, Kyle Gregory trumpet, Antonello Monni tenor sax, Guido Bombardieri clarinet) tutte composizioni originali. “Lasciarsi andare”, un brano di questo lavoro ha vinto l’Honorable Mention nella categoria jazz all’International Songwriting Competition 2006(ISC). Nel 2006 incide anche un lavoro di piano solo “Ripples”, Partecipa a diverse trasmissioni radiofoniche su Rai Radio Tre. Partecipa ad un progetto teatrale dell’ associazione culturale " NOEHMA Servi di Scena" diretta dalla prof. Teresa Pomodoro nel carcera di Opera e di San Vittore, nel Teatro Strelher e presso l’ Università "La Statale" di Milano.

Parallelamente all’attività che lo vede impegnato come leader, collabora con lo storico chitarrista Franco Cerri, con il quale incide "Ieri e oggi"; con la cantante Lorena Fontana con la quale indice "Guccini in jazz"; nel quintetto del sassofonista Antonello Monni con il quale incide "Friends"

Rassegna stampa

Casate On Line - La Provincia di Lecco

Musica - I film della stagione 2009 / 2010


HTML 4.01 Strict - WAI 1.0 - A - Facebook - twitter

auditorium di Casatenovo - Viale Parini, 1 - 23880 Casatenovo (Lecco)
Partita IVA: 01289690131 - Telefono e fax: 039 9202855

area riservata - informazioni legali - privacy policy - sponsor - web design - scrivici una e-mail