Vai direttamente al contenuto [1] - Vai alla barra di navigazione [3] - Home page del sito [h] - Cinema e cineforum [c] - Teatro, musica e altri eventi [e]

cineforum - Cosa è rimasto del nostro amore (per il cinema)
mercoledì
28 novembre 2001 - Ore 20:45

Il trionfo dell'amore - The triumph of love di Clare Peploe

di Clare Peploe

Il trionfo dell'amore - The triumph of love di Clare Peploe

Mira Sorvino
Ben Kingsley
Rachael Stirling
Luis Molteni
 Ignazio Oliva
Fiona Shaw
Jay Rodan

Sceneggiatura
Bernardo Bertolucci Marivaux

Fotografia
Fabio Cianchetti

Scenografia
Ben van Os

Montaggio
Jacopo Quadri

The triumph of love
Gran Bretagna/Italia - 2001
1h e 47'

Se amate il teatro e la stagione estiva non vi offre molto "Il Trionfo dell'Amore" è la pellicola giusta per appagare i vostri desideri. Recitata e costruita come se ci si trovasse su un palcoscenico, con tanto di flash con il pubblico ed inchini finali, è ambientata in una monarchia ottocentesca non meglio specificata.
Mira Sorvino ("La Dea dell'Amore") è la principessa Aspasie che ha ereditato un regno usurpato dal padre al legittimo re. Saputa dell'esistenza di un legittimo erede, Agis (Jay Rodan), peraltro suo coetaneo, è decisa ad avvicinarlo segretamente e circuirlo per neutralizzarlo. L'unico problema è che Agis è stato adottato dal filosofo Ermocrate (Ben Kingsley / "Gandhi") feroce oppositore della principessa e della sua famiglia. Ermocrate conduce una vita particolarmente ritirata insieme alla sorella Leonine (Fiona Shaw / "Jane Eyre") all'insegna della ragione come unico motore dell'universo, negando in maniera incondizionata la possibilità di vivere l'amore, sentimento destabilizzante che offusca il bene dell'intelletto; per questo motivo nella sua villa è bandita la presenza di donne che potrebbero mutare l'ordine costituito.
Aspasie decide così di travestirsi da uomo per avvicinare Agis. Per riuscire nel suo intento dovrà tessere una fitta rete di inganni circuendo tutti e tre gli abitanti della villa e creando così una serie di incredibili equivoci.

La pellicola contiene tutti i canoni della commedia classica: il travestimento, l'ambiguità, lo scambio delle coppie e l'inganno con il finale rivelatore.
Fino all'ultimo si resta indecisi se i veri protagonisti siano gli attori o le splendide scenografie in costume. Mira Sorvino recita sicuramente la parte più complessa, tanto che è costantemente presente sullo schermo, ciononostante la sua prova non convince appieno, forse perché naturalmente paragonata a Ben Kingsley che è un gradino sopra tutti. Molto azzeccata anche la figura del giardiniere Dimas (Luis Molteni / "Libero Burro").

(Valerio Salvi - http://www.filmfilm.it)

I film della stagione 2001-2002


HTML 4.01 Strict - WAI 1.0 - A - Facebook - twitter

auditorium di Casatenovo - Viale Parini, 1 - 23880 Casatenovo (Lecco)
Partita IVA: 01289690131 - Telefono e fax: 039 9202855

area riservata - informazioni legali - privacy policy - sponsor - web design - scrivici una e-mail